Categoria: Abruzzo

image_pdfimage_print

IN MONTAGNA CON IL CAI CASTELLI – domenica 26 giugno 2022 – Family Cai

Escursione alle Gole dell’Inferno Spaccato e alle sorgenti del Fiume Fino.
Continuano, inarrestabili, le proposte escursionistiche e di avvicinamento alla Montagna che la Sezione Cai Castelli rivolge a bambine e bambini con i loro genitori.
Ci troviamo nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel territorio del Comune di Arsita ai piedi del Monte Tremoggia e vicini al Nevaio del Gravone.
L’ambiente che si raggiunge è selvaggio e aspro. L’origine di questa fratturata zona è carsica. Troviamo umidità, alberi e muschio che in parte celano una molteplicità di grotte e scure voragini che formano ripide pareti e strapiombi anche di decine di metri. Un ambiente da percorrere con cautela e attenzione.
Come su tutta la fascia pedemontana si percorrono zone con tante testimonianze dell’attività dell’uomo, legate agli scambi commerciali, al baratto, alla pastorizia, all’acqua e al bosco.


23 Giugno 2022 0

IN MONTAGNA CON IL CAI TERAMO – sabato 25 giugno 2022

Escursione sul Monte Camicia.
Le escursioni intersezionali sono occasione di incontro, confronto e crescita. Questa volta il Cai Teramo accompagnerà socie e soci della Sottosezione Cai Roccarainola (Sezione Cai Napoli).
Abruzzo e Campania insieme per condividere una delle più belle e panoramiche escursioni che ha come meta il Monte Camicia e le sue incomparabili balconate che si affacciano sull’abitato di Castelli.
Dal Parco Regionale del Partenio al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga avendo in comune la stessa attenzione ai Parchi e al sistema delle Aree Protette d’Appennino. L’Escursionismo è il modo migliore per frequentare e conoscere gli ambienti montani. Condividendo l’esperienza con accompagnatori “uomini del territorio” diventa tutto più interessante e sicuro. Gli escursionisti saranno accompagnati anche dal “Camoscio d’Abruzzo” che vive numeroso su queste balze erbose.


22 Giugno 2022 0

LA MONTAGNA SI TINGE DI ROSA – domenica 19 giugno 2022 con il Cai

in Montagna con il Cai
La CRTAM del Cai Abruzzo propone l’evento LA MONTAGNA SI TINGE DI ROSA. Si tratta di una particolare giornata di avvicinamento alla montagna.
Ci troveremo nel Parco Nazionale della Majella, nel cuore dell’Abruzzo, nella Valle Giumentina, località simbolo dell’Italia centrale. L’escursione in programma consente di apprezzare la presenza di singolarità storiche, naturalistiche e culturali.
Quest’anno, oltre ad analizzare il rapporto storico, l’attenzione sarà focalizzata sulla capacità che hanno le donne di sapersi reinventare, adattarsi a lavori da sempre appannaggio degli uomini e trovare ancora la forza di trasformare paesaggi bellissimi ma difficili in vecchie/nuove economie per poter tornare a lavorare, e quindi a vivere, sulla selvaggia Maiella.


16 Giugno 2022 1

Domenica 5 giugno 2022 – FAMILY CAI IN MONTAGNA – Cai Castelli e Cai Teramo – doppio appuntamento: transumanza e speleobimbo

Bella esperienza quella del Club Alpino italiano che si apre alle famiglie: alle bambin,e ai bambini e ai loro genitori (è stato uno dei temi trattati durante i lavori dell’Assemblea Nazionale del Cai, appena svolta a Bormio il 28 e 29 maggio)
Nascono così escursioni per avvicinare la montagna a “piccoli ma rapidi e agili passi”
Le opportunità per i piccoli sono molte e se condividiamo quello che le Sezioni offrono insieme, allora le uscite diventano davvero tante ed interessanti, con la possibilità di scegliere anche nello stesso giorno
Domenica 5 giugno 2022.
Con la Sezione CAI di Teramo c’è la possibilità di avvicinare e scoprire l’ambiente ipogeo con la percorrenza di una grotta scelta proprio per i primi passi dei più piccoli.
Con la Sezione CAI di Castelli l’esperienza è tutta all’aperto e tocca il tema della Transumanza, del bosco e delle attività Agro silvo pastorali. Con attività nel Rifugio Enrico Faiani.


1 Giugno 2022 0

(2) Relazione conclusiva del progetto di educazione ambientale alla sostenibilità del Cai Teramo – A SCUOLA IN MONTAGNA con il CONVITTO NAZIONALE “MELCHIORRE DELFICO”

Le lezioni a Scuola e la successiva uscita in ambiente, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, hanno consentito di conoscere meglio l’ambiente naturale e sociale montano con le sue problematiche. Le esperienze dirette, con lettura e interpretazione dell’ambiente portano ad adottare comportamenti consapevoli e responsabili, durevoli nel tempo.
Attrezzatura, abbigliamento, uso della Carta dei Sentieri e della bussola consentono di svolgere in sicurezza le attività in Montagna, riuscendo a orientarsi e districarsi nella Rete dei sentieri a disposizione.
L’Educazione Ambientale orientata alla sostenibilità, promuove la diffusione dell’escursionismo e del trekking, come attività ideale del tempo libero che armonizza ecologia ed economia, avviando un turismo che non alteri il patrimonio naturale e antropico ancora esistente.


17 Maggio 2022 0

(1) Progetto di educazione ambientale alla sostenibilità del Cai Teramo – A SCUOLA IN MONTAGNA con il Convitto Nazionale “MELCHIORRE DELFICO”

L’educazione allo sviluppo sostenibile è obiettivo strategico per il presente e per il futuro dell’Italia e no solo. La sfida ambientale, legata alla conservazione delle risorse del nostro Pianeta, rappresenta una sfida non più eludibile per le future generazioni.
L’attuale periodo di pandemia, crisi climatica e guerre che inficia i principi di Agenda 2030,impone al mondo intero scelte radicalmente diverse da quelle compiute in passato: dirette verso un nuovo modello di società ed economia che rispetti ambiente e persone.
Affinché questo accada, è necessario un profondo cambio di mentalità e comportamenti che coinvolgano governi, istituzioni, imprese e singole persone.
Cai e mondo della Scuola avviano questa nuova consapevolezza dagli studenti di tutte le età e dalle famiglie. Penso ai più giovani, quelli che nella quotidianità dei comportamenti trova già come prospettiva naturale il rispetto dell’ambiente in cui vive.
A SCUOLA IN MONTAGNA offre esperienze in ambiente e importanti stimoli di riflessione.


3 Maggio 2022 0

150 anni della Sezione Cai Chieti con il Presidente Generale Vincenzo Torti

150 anni di storia di Montagna Il 30 giugno 1972 nasceva a Chieti la Sezione Cai. Il 30 maggio grande festa al Teatro Marrucino con il Presidente Generale Vincenzo Torti ed Eugenio Di Marzio.
Una storia sezionale narrata dal filmato curato da Francesco Bonomo.
A breve sarà a disposizione anche il volume celebrativo del 150esimo edito da Ricerche&redazioni di Teramo che sarà consegnato alle Sezioni presenti alla prossima Assemblea dei Delegati a Bormio, del 28 e 29 maggio.
Bormio è gemellata con Chieti, con Sezioni accomunate dai 150 anni di storia del Cai. Dall’Abruzzo alla Lombardia. Alpi e Appennino insieme
Il pensiero e la filosofia dell’andar per monti è quello della frase presente nella tessera consegnata a ogni socio: «La Montagna… scuola di carattere, onestà, solidarietà umana e amore per la natura”.


1 Maggio 2022 0

100 anni del primo Parco storico d’Appennino: il Parco Nazionale d’Abruzzo

Il 22 aprile 2022 il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ha celebrato il centenario della nascita alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
La più antica area protetta d’Appennino, nata per garantire la sopravvivenza di animali simbolo come: l’orso bruno marsicano, il camoscio d’Abruzzo e il lupo d’Appennino si spalma su suggestivi scenari di tre Regioni.
Con le Foreste Vetuste, ambienti rocciosi e fauna selvatica, percorrendo sentieri bel segnati, i turisti-escursionisti-visitatori possono osservare ambienti ancora integri, panorami eccezionali e borghi tra i più belli d’Italia.
Quella del Parco d’Abruzzo è stata una storia sofferta tra nascita, ampliamenti, soppressione, ripresa, lottizzazioni, impianti da contenere e importanti riconoscimenti
La prima idea di costituire un Parco Nazionale in Abruzzo partì dalla geniale mente dell’illustre Prof. botanico. Romualdo Pirotta, il cui nome prima d’ogni altro va ricordato e a titolo d’onore anche il Prof. zoologo Alessandro Ghiigi e la Federazione Pro Montibus et Silvis, sviluppata dall’onorevole Erminio Sipari, parlamentare locale e decisivo fondatore del Parco
Trascorsi cento anni il Parco rappresenta un riferimento internazionale e un luogo privilegiato, laboratorio esperienziale del nuovo paradigma della sostenibilità che comporta un cambiamento radicale del modello di sviluppo.
100 anni che sono tanti nella vita di un uomo/donna, rappresentano solo un lieve respiro nella vita della Terra.
Questo secolo dedicato alla conservazione e alla tutela deve far riflettere sull’attuale grande incidenza che l’uomo ha nel generare crisi climatica e guerre.
È il tempo giusto per interrogarsi e scegliere il meglio per il futuro possibile.


25 Aprile 2022 0

Cai Castelli – Sentiero della Pace, 10 anni del Centro Avalokita

In questo critico periodo della nostra vita abbiamo proprio bisogno di un Centro di meditazione e vita consapevole. A Villa Rossi, frazione di Castelli il Centro Avalokita festeggia i 10 anni di vita, tutti magnifici, nei quali, in tanti abbiamo potuto godere della gioia di praticare momenti insieme nei ritiri e negli incontri che si sono alternati, prima in presenza e negli ultimi due anni soprattutto online, creando una forte connessione tra tutti i partecipanti.
La Sezione di Castelli del Club Alpino Italiano, propone esperienze di Escursionismo educante, rivolte a tutti per conoscere e apprezzare territorio e culture. In questo vivace e permanente laboratorio del Cai, (tra gli eventi dedicati al 45° anno di fondazione) nasce l’idea del Sentiero della Pace con lo scopo di collegare le frazioni del Comune di Castelli.
Il Sentiero sarà intitolato al monaco Thich Nhat Hanh scrittore, poeta e costruttore di pace che ha promosso la nascita del Centro. Il Progetto prende linfa dall’iniziativa Ripartire dai sentieri voluta dal Cai nazionale per la valorizzazione delle emergenze storiche e ambientali delle zone colpite dal sisma.


24 Aprile 2022 0

6 aprile 2009 – 6 aprile 2022, 13 anni per L’Aquila con le sue vittime

6 aprile 2009. Il ricordo di una data e di un evento scolpiti nella memoria. Con le tante vittime ricordate dagli interminabili rintocchi di una campana. La fiaccolata lungo le vie della città, come luce di speranza.
La realtà di una distruzione avvenuta in pochi secondi si confonde con quella della guerra in atto. Distruzione e morte per volontà dell’uomo (dei cosiddetti potenti della Terra) e quindi inaccettabile.
Risollevarsi dalle macerie deve essere un monito. L’auspicio di credibilità per chi verrà dopo di noi. Il rispetto di regole scritte e non scritte.


6 Aprile 2022 0