Categoria: Patrimonio Culturale

image_pdfimage_print

Il Rifugio Enrico Faiani

Il Rifugio Enrico Faiani è avvolto dalla bellezza. Lo è in ogni stagione.
Voluto intensamente della Sezione Cai di Castelli, realizzato con grande impegno. E’ nato per finalità aggregare attorno alle attività tematiche dell’associazione. Posto nel verde, al cospetto della Parete Nord del Monte Camicia è un efficace riferimento aperto al sociale ricreativo, culturale, sportivo e conviviale.
Le giornate trascorse in Rifugio sono indelebili. Le esperienze sempre rigeneranti e arricchenti.


22 Gennaio 2023 0

ll Club Alpino Italiano e le discriminazioni di razza

l Cai e le “Leggi razziali” del 1938-1939: a Roma l’incontro con la Comunità Ebraica.
Il Cai ha riaperto la questione delle epurazioni di soci Cai ebrei e inaugurato un percorso di autocritica, riflessione storica e rielaborazione etica. Mercoledì 25 gennaio l’incontro con l’Unione delle comunità ebraiche italiane e la Comunità ebraica di Roma. Ai parenti dei soci espulsi verranno consegnate tessere Cai alla memoria.


22 Gennaio 2023 0

Sentieri e Rifugi in Montagna e per la Montagna: 14 e 15 gennaio 2023

A Trento il 15 e 16 gennaio 2023
Sentieri e Rifugi sono elementi identitari della Montagna e del Club Alpino Italiano con le Sezioni che garantiscono manutenzione e gestione di queste due importanti infrastrutture montane.
In programma il Congresso congiunto “SENTIERI e RIFUGI” con un’articolata serie di documenti, materiali, proposte in ambiente e prospettive future. In linea con le attuali necessità di adattamento e mitigazione alla crisi climatica, attenta agli obiettivi dell’Agenda 2030.
A cura della SOSEC – Struttura Operativa Sentieri e Cartografia e della SOROA – Struttura Operativa Rifugi e Opere Alpine
In Abruzzo il Sentiero Italia Cai interessa con efficace continuità il Sistema delle Aree Protette con lo storico Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il Parco Nazionale della Maiella e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Con altra direttrice si raggiunge il Parco Regionale Sirente Velino.


12 Gennaio 2023 0

100 ANNI PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, 1923-2023, il privato diventa pubblico

100 ANNI PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, 1923-2023
il privato diventa pubblico
L’11 gennaio 1923 con il Regio decreto legge n. 257 “riguardante la costituzione del Parco Nazionale di Abruzzo” veniva istituito il Parco Nazionale d’Abruzzo, già “sorto” per iniziativa privata il 9 settembre 1922.
Mi aspetto molto da questi 100 anni di Parco per quello che hanno rappresentato.
Lo stretto legame tra uomo e natura evolve in un contesto sempre più attento alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Crescono reciprocità negli scambi e la diffusione di buone pratiche di convivenza e progresso.
Lavorare insieme
L’Abruzzo deve aspirare ad una realtà di aree protette dialoganti. In Abruzzo ci sono tre parchi nazionali, un parco regionale e una diffusa presenza di riserve che compongono un altro grande parco. Lavorare insieme disegnerà il futuro della nostra società nel patto per l’ambiente Green Deal, Biodiversità 2030, Farm to Fork, PAC e Politiche di coesione sociale, Next generation EU, il PNRR e le Green Community. Certamente, alla luce del centenario del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, sarebbe utile/necessaria una Conferenza regionale delle Aree protette d’Abruzzo.


7 Gennaio 2023 0

IL RIFUGIO Enrico Faiani PRESIDIO CULTURALE DELLA MONTAGNA

IL RIFUGIO Enrico Faiani PRESIDIO CULTURALE DELLA MONTAGNA
Con il Cai alla scoperta del paesaggio nel suggestivo anfiteatro ai piedi della Parete Nord del Monte Camicia. A Castelli dove la montagna sposa la ceramica.
In Montagna: camminare per conoscere, conoscere per amare, amare per tutelare.
In Montagna sono determinanti rete escursionistica e accoglienza nei rifugi e NEI paesi. Le intese Cai-Parchi, in questi ambiti, riescono a promuovere efficaci azioni educative e di scoperta che accrescono senso di responsabilità dei singoli e della collettività.
Il Progetto MONTAGNA PULITA è un impegno del singolo e della comunità per eliminare l’inquinamento in montagna.


23 Dicembre 2022 0

Le donne smuovono le montagne -GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA MONTAGNA, 11 dicembre 2022

Le donne smuovono le montagne
GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA MONTAGNA, 11 dicembre 2022
Le donne sono l’altra faccia della Montagna!
In alto troviamo le donne. Sono in tante a condividere la passione per la Montagna. Le seguiamo e le osserviamo ammirati.
Vivono l’empatia, si muovono con competenza e determinazione.
In dote, capacità, curiosità e sensibilità nell’interpretare e tutelare il patrimonio delle montagne italiane, scrigno di biodiversità e culture.
Territori e obiettivi di sostenibilità.
Il Rapporto annuale dell’Alleanza, presentato il 4 ottobre scorso, si apre con un grido di allarme per i molti, troppi passi indietro nel percorso verso il conseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile contenuti nell’Agenda ONU 2030.
Abbiamo necessità di una nuova “visione” per il futuro dei territori montani e nuovi “strumenti” che documentano i cambiamenti in atto, ambientali, sociali ed economici.
Progetto Appennino: nell’articolo sono stati estratti dal Rapporto AsviS dati relativi alle Regioni: Abruzzo, Lazio, Marche e Molise.


11 Dicembre 2022 0

-3, verso 11 dicembre 2022: Parchi e Genti di Montagna

Parchi e Genti di Montagna.
100 anni del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise: 1922-2022
Verso la GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA MONTAGNA
La Montagna è scrigno di biodiversità, paesaggi, storie e culture. Tutto questo si addensa nei 100 anni di vita del Parco. Vicende nel tempo e nello spazio.
Raccontarle è fondamentale, così’ come attingere dalle riuscite esperienze. Nutrirsi del passato guardando e innovando al futuro.
Muoversi agili come il Camoscio d’Abruzzo, in situazioni difficili, ma non insormontabili.
L’incontro tra genti e condividere le scelte ci riporta al tempo della transumanza d’Appennino, di luoghi condivisi per offrire il meglio alle pecore, così da ricavare il meglio nelle produzioni.
L’ambiente è vita e tale va conservato, da Regione a Regione.


8 Dicembre 2022 0

La Città dell’Aquila porta di accesso alla Montagna – giovedì 1 e venerdì 2 dicembre 2022.

LA MONTAGNA IN CITTA’ – NEVE, CONOSCENZA, CONSAPEVOLEZZA, SICUREZZA
Cresce il ruolo di città e paesi come luoghi dove inizia l’esperienza esplorativa e conoscitiva dei territori. Ambienti antropizzati, seminaturali e naturali si svelano percorrendo vie cittadine, carrarecce rurali e sentieri di montagna. Apprezzare e fare propri elementi identificativi di culture e tradizioni, iniziando dalle chiavi di lettura che ci portano la Montagna in Città.
All’Aquila il Cai è integrato nella realtà cittadina, con la sua splendida sede e i continui messaggi culturali ed esperienziali.
In questi giorni, per tutti, appuntamenti diversi promossi dalla Sezione Cai dell’Aquila, che sottolineano la delicata funzione cerniera della città nella conoscenza e nella frequentazione della Montagna, sia attraverso il riconoscimento identitario di luoghi simbolo, sia attraverso una mirata azione di informazione e conoscenza di peculiarità e rischi della “Montagna innevata”. Una particolare attenzione per i giovani, ragazze e ragazzi, alla loro sensibilità nel prendersi cura dell’ambiente urbano, periurbano oltre le mura e montano.
La prima neve invita a salire in montagna ed ecco l’appello del Cai che invita a conoscere meglio la bianca coltre, nella sua mutevole natura, con le valanghe e gli altri rischi che comporta.


2 Dicembre 2022 0

IN MONTAGNA CON IL CAI – domenica 6 novembre 2022 – Doppio appuntamento con Cai Teramo e Cai Castelli

IN MONTAGNA CON IL CAI – domenica 6 novembre 2022
Doppio appuntamento con Cai Teramo e Cai Castelli
C’è da scegliere: nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Escursione Cai Teramo: ad anello da Altovia a Macchiatornella, sui Monti della Laga
Escursione Cai Castelli: Sentiero della Pace tra le frazioni del Comune – Intersezionale Cai Loreto Aprutino
Pace come percorrenza, come spirito del camminare, come unione dei popoli e avvicinamento rispettoso delle genti che ci vivono.
E PER CONTINUARE …IN CAMMINO -domenica 13 novembre 2022
Sul Sentiero Italia Cai – domenica 13 novembre Da Ceppo a San Martino insieme con le Sezioni Cai Teramo e Cai Castelli. E poi si mangia (molto bene) a Valle Castellana.
Domenica 20 novembre 2022 – giornata nazionale sul Sentiero Italia Cai da Bussi sul Tirino a Ofena.
Con il Cai sono sempre giornate di turismo esperienzale ed educante che riescono a unire interessi diversi per il paesaggio, la natura, la cultura e l’arte. Storia e bellezza dei luoghi attraggono gli escursionisti e accrescono consapevolezza e responsabilità per il rispetto dei luoghi.
Insieme al Cai la Montagna è vissuta sempre come un vivace e permanente laboratorio di idee e pratiche.


5 Novembre 2022 0

IL CAI IN CAMMINO PER IL CAMBIAMENTO – CONGRESSI, ASSEMBLEE, GIOVANI

UN AUTUNNO DI CONGRESSI, ASSEMBLE E INCONTRI
È un periodo di grande impegno collettivo che caratterizza l’attività del Club Alpino Italiano.
Un impegno a 360° diretto a raggiungere titolati e soci di ogni età, in ogni Regione.
Tanti i messaggi diffusi offrendo l’occasione per incontri e dibattiti pubblici.
Questo grande sforzo comunicativo, premiato dalle crescenti iscrizioni giunte a 325.000 soci Cai, è frutto della spinta a collaborare e della generosità di tanti.
Tra gli ingredienti lievitanti: coerenza, obiettivi chiari, sentieri e rifugi, accoglienza e tutela, le proprie esperienze, conoscenze e buone pratiche, messe a disposizione di tutti, soci e non soci.
Iscriversi al Club Alpino Italiano è un esercizio di libertà.
BUONA MONTAGNA!!!


1 Novembre 2022 0