Categoria: Agenda 2030

image_pdfimage_print

II EDIZIONE “PREMIO ERMINIO SIPARI 2024” – PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, LAZIO E MOLISE, scadenza: 30 aprile 2024

Con il Premio Sipari ci muoviamo nel campo della divulgazione naturalistica e scientifica e della conservazione e gestione della natura. Come solido riferimento abbiamo la storica esperienza del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e di suoi fondatori. Possiamo porre domande, cambiare le nostre abitudini di consumo e provare a ridurre la nostra impronta ecologica..
Sono tre le Sezioni alle quali è possibile partecipare: opera a stampa, tesi di laurea ed elaborato di studenti. Sarà il mio essere docente, ma i giovani sono insuperabili in visione, fantasia e concretezza. Mi aspetto molto e sono liberi di cimentarsi con testo narrativo, testo musicale, progetti, prototipi, videoclip, reels, podcast. Partecipate numerosi.


18 Febbraio 2024 0

LA MONTAGNA UNISCE: ripensiamo l’autonomia “differenziata” delle Regioni

Ripensiamo l’autonomia “differenziata” delle Regioni che divide e spegne entusiasmo e partecipazione.
La Montagna unisce ed è un eccezionale luogo di incontro e confronto. Tutti insieme, all’interno di una comune visione, si costruisce il migliore futuro possibile.
Sarà che ho percorso l’Italia in lungo in largo, ma come unica vera risposta vedo un sistema unitario che , in cordata come si fa in montagna, raggiunga obiettivi comuni.
Prendiamo quindi esempio dalle “terre alte” e dai montanari per il ruolo svolto e che continuano a svolgere, le prime per i globali benefici ecosistemici e gli altri per il comune presidio dei territori e il forte senso identitario.


12 Febbraio 2024 0

2 ANNI DI COSTITUZIONE E TUTELA DELL’AMBIENTE – artt. 9 e 41

Sono trascorsi 2 anni dalla modifica della Costituzione (8 febbraio 2022) su pianificazione ambiente tutela salute ed economia. Cos’è cambiato?
La tutela della natura come concreto riferimento e la biodiversità assurta a valore essenziale!
C’è poi il diritto delle nuove generazioni da garantire nell’accesso alle risorse ambientali di qualità.
MI CHIEDO E VI CHIEDO quanto questa legge costituzionale sia stata realmente recepita e abbia inciso.
– GUARDO ALLE DOLOMITI DI CORTINA e alle impattanti opere previste e al dispendio di denaro pubblico (siamo in periodo di crisi economica) e inorridisco.
– LEGGO E ASCOLTO che si insiste NEGADO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO diventato ECOFOLLIA e mi spavento per questa incredibile e oscura deriva culturale.
– PERSISTONO GUERRE ASSURDE, supinamente accettate ed entrate nella quotidianità.
“Tutto questo contrasta con una disattesa Costituzione che si intende continuare a cambiare!”


11 Febbraio 2024 0

IL CAI a PESCARA, sabato 10 febbraio 2024

Conferenza nazionale del Club Alpino Italiano in Abruzzo.
Il Cai e la visione di futuro con cultura, natura, paesaggio, paesi, aree protette e clima, declinati nell’ambito della sostenibilità e del progresso.
Il Cai ha avuto sempre la capacità di anticipare visioni e proposte che ci accompagneranno significativamente nei prossimi decenni.
In una dimensione d’Appennino e di Meridione vedrei il Cai capofila di un progetto nazionale che caratterizzi e rilanci, attraverso l’Appennino, il valore identitario dell’Italia nel Mediterraneo.
Il Cai della Montagna che racconta il Sud nello spazio delle politiche europee (sostenendone la ripartenza) e di coesione (colmandole le disuguaglianze) agganciate anche alla SNAI e con le Green Community.


9 Febbraio 2024 0

NO A MEZZI MOTORIZZATI SUI SENTIERI!

In Umbria una chiara e forte azione di cittadine e cittadini sensibili e consapevoli ha manifestato per evitare che i mezzi a motore possano scorazzare liberamente sui sentieri
Il Presidente Generale Cai Antonio Montani sottolinea l’assurdità e l’anacronismo dell’emendamento alla legge regionale approvato lo scorso 20 dicembre dalla Regione Umbria.
Il Presidente Regionale CAI Umbria Gian Luca Angeli si pone a difesa dell’ambiente, delle montagne e delle persone che vi abitano, promuovendo un coordinato e aperto dialogo trasversale tra Istituzioni, Enti e Associazioni.


5 Febbraio 2024 1

Giornata mondiale zone umide 2024, l’importanza per il benessere umano

Le “zone umide” sono un ambiente di transizione. Un luogo “di mezzo” tra terra e acqua, con alterne e stagionali vicende tra questi due elementi. Zone nelle quali mi piace ritrovarmi. Sarà che sono abituato a percorrerle essendo nato negli Altopiani Maggiori d’Abruzzo, dove pantani e zone allagate si incontrano e attraversano anche in piena estate. Sarà che l’acqua mi piace, anche quando la sento sotto gli scarponi. Mi piacciono le voci dell’ambiente e tra queste il ritmico “ciac-ciac” e risucchio nell’acquitrino, un po’ come mi lascio prendere dal rumore delle foglie secche sotto le scarpe, o dalla neve appena crostosa che si apre al mio passaggio. Mi piace “riconnetermi” con la Natura in ogni possibile circostanza…il benessere che provo è notevole e per questo lo consiglio a tutti.


2 Febbraio 2024 0

24 gennaio 2024 – GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’EDUCAZIONE (2) – Imparare per una pace duratura

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha evidenziato che il tema della Giornata internazionale dell’educazione “Imparare per una pace duratura” indica la strada per “affrontare l’ondata crescente di conflitti, violenza, intolleranza e incitamento all’odio a cui continuiamo ad assistere”. Ha inoltre sottolineato come obiettivo e la “sfida urgente” di “un’educazione di qualità, equa e inclusiva per tutti”. L’istruzione, sottolinea il Capo dello Stato, “è la chiave per capire il valore delle originalità di ciascuna persona, la ricchezza offerta dal pluralismo, l’inviolabilità delle libertà fondamentali”.
Ambiente, Educazione e Istruzione sono compagni di viaggio: insieme “in cammino”
E’ importante recuperare il rapporto con l’ambiente – inteso come valore e spazio di vita- e con le risorse e le diversità, naturali e socio-culturali del territorio, quali elementi di prosperità e benessere.


24 Gennaio 2024 0

24 gennaio 2024- GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’EDUCAZIONE

EDUCAZIONE suona come parola magica in grado di aprire più porte. Attraverso l’istruzione riusciamo a comprendere. Grazie a conoscenza, curiosità ed esperienze riusciamo ad avvicinare le meraviglie del mondo che ci ospita e della vita che ci regala. Nel rispetto dei diritti umani, iniziando da quelli sanciti nella Carta dei diritti di bambini e bambine, troviamo modi per contrastare odio, sfruttamento ed emarginazione. Educhiamo i giovani a valori dati da principi etici e con esempi morali, per una cittadinanza globale di convivenza civile.


19 Gennaio 2024 0

AUGURI CON I MAGNIFICI 7 PARCHI D’ITALIA

Credo fermamente che scienza e ambiente riescano a indirizzare il progresso sulla via verso la pace. Conoscenza e libertà come leve su montagne fulcro di questo indirizzo di amore e riconoscenza. dei suoi abitanti è quello di apprendere dalle buone pratiche di equilibrio e rispetto, nelle Alpi e in Appennino.


24 Dicembre 2023 0

CARTA DI PESCASSEROLI, linee guida per la consapevolezza ambientale nella professione giornalistica

Il Centenario del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise sarà ricordato anche per la CARTA DI PESCASSEROLI, approvata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti su proposta degli Ordini regionali di Abruzzo, Lazio e Molise.
«In un’epoca in cui il cambiamento climatico sta raggiungendo dimensioni allarmanti, il ruolo dei giornalisti nell’informazione e nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica è centrale. Un ruolo che deve essere svolto con responsabilità, impegno e piena consapevolezza», sono le parole nelle prime righe del documento, attraverso il quale «i professionisti dell’informazione possono svolgere un ruolo importante nella diffusione della consapevolezza ambientale e nella creazione di un maggiore interesse e impegno per la sostenibilità»


12 Dicembre 2023 0