Categoria: Agenda 2030

image_pdfimage_print

SETTIMANA DELLA NATURA: 18-24 maggio 2022

Riscoprire la bellezza e la ricchezza dei Parchi italiani, rilanciare un turismo sostenibile, capace di spaziare dai beni culturali ai cibi locali, alla tutela dell’inestimabile patrimonio di biodiversità che rende l’Italia un Paese unico al mondo.
Sono obiettivi della “Settimana della natura”: sette giorni, dal 18 al 24 maggio, che vedono concentrarsi alcuni degli appuntamenti internazionali più rilevanti e simbolici che riguardano la conservazione della natura: dalla valorizzazione dei beni culturali nei Parchi alla tutela della biodiversità, dalla protezione delle api e delle tartarughe alla promozione del turismo sostenibile.
Avvicinare l’ambiente e scoprirne le peculiarità è importante. Consapevolezza e rispetto. La rete sentieristica valorizza il patrimonio naturalistico e culturale delle aree protette e promuove la tutela e il presidio dei territori.


20 Maggio 2022 0

Giornata Mondiale delle Api, venerdì 20 maggio 2022

Una Giornata mondiale per sensibilizzare e far conoscere l’importanza della tutela di questo piccolo, operoso insetto, vitale per il futuro della specie umana. Api e altri impollinatori sono minacciati incidendo negativamente su biodiversità e sicurezza alimentare di tutto il pianeta. Tra le cause principali inquinamento da pesticidi e cambiamenti climatici, come diretta responsabilità di attività antropiche
Dalle api agli habitat per tutelare la biodiversità, di montagna e urbana. Aiuta conoscere gli ecosistemi territoriali e le loro relazioni incrementando il verde, la coltivazione di specie vegetali, la riduzione di biocidi, l’incentivazione dell’agricoltura sostenibile.


18 Maggio 2022 0

(2) Relazione conclusiva del progetto di educazione ambientale alla sostenibilità del Cai Teramo – A SCUOLA IN MONTAGNA con il CONVITTO NAZIONALE “MELCHIORRE DELFICO”

Le lezioni a Scuola e la successiva uscita in ambiente, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, hanno consentito di conoscere meglio l’ambiente naturale e sociale montano con le sue problematiche. Le esperienze dirette, con lettura e interpretazione dell’ambiente portano ad adottare comportamenti consapevoli e responsabili, durevoli nel tempo.
Attrezzatura, abbigliamento, uso della Carta dei Sentieri e della bussola consentono di svolgere in sicurezza le attività in Montagna, riuscendo a orientarsi e districarsi nella Rete dei sentieri a disposizione.
L’Educazione Ambientale orientata alla sostenibilità, promuove la diffusione dell’escursionismo e del trekking, come attività ideale del tempo libero che armonizza ecologia ed economia, avviando un turismo che non alteri il patrimonio naturale e antropico ancora esistente.


17 Maggio 2022 0

(1) Progetto di educazione ambientale alla sostenibilità del Cai Teramo – A SCUOLA IN MONTAGNA con il Convitto Nazionale “MELCHIORRE DELFICO”

L’educazione allo sviluppo sostenibile è obiettivo strategico per il presente e per il futuro dell’Italia e no solo. La sfida ambientale, legata alla conservazione delle risorse del nostro Pianeta, rappresenta una sfida non più eludibile per le future generazioni.
L’attuale periodo di pandemia, crisi climatica e guerre che inficia i principi di Agenda 2030,impone al mondo intero scelte radicalmente diverse da quelle compiute in passato: dirette verso un nuovo modello di società ed economia che rispetti ambiente e persone.
Affinché questo accada, è necessario un profondo cambio di mentalità e comportamenti che coinvolgano governi, istituzioni, imprese e singole persone.
Cai e mondo della Scuola avviano questa nuova consapevolezza dagli studenti di tutte le età e dalle famiglie. Penso ai più giovani, quelli che nella quotidianità dei comportamenti trova già come prospettiva naturale il rispetto dell’ambiente in cui vive.
A SCUOLA IN MONTAGNA offre esperienze in ambiente e importanti stimoli di riflessione.


3 Maggio 2022 0

IN ESCURSIONE NEGLI “ALTOPIANI MAGGIORI D’ABRUZZO”

L’invito alla scoperta di territori in quota, tutti da scoprire, in una zona estesa tra Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e Parco Nazionale della Maiella. Sono gli Altopiani Maggiori d’Abruzzo, un ampio luogo cuscinetto che garantisce la continuità ambientale tra due importanti aree protette. Si raggiungono con diverse strade di accesso dai fondovalle, prossimi a importanti città come Roma e Napoli. La loro particolarità è che da qualunque parte vengano raggiunti sanno stupire per l’elevato valore paesaggistico e naturalistico che offrono
Gli Altopiani con i paesi di Rivisondoli, Pescocostanzo e Roccaraso, insieme alla frazione di Pietransieri e appena più in basso Rocca Pia, compongono un importante comprensorio turistico estivo e invernale da avvicinare e conoscere a piedi, su sentieri accessibili a tutti, in grado di offrire emozioni diverse.
La zona è attraversata dal Sentiero Italia Cai con le tappe Barrea-Rivisondoli e Rivisondoli-Campo di Giove, quale ulteriore elemento di raccordo tra i due Parchi nazionali.


29 Aprile 2022 0

2022 – ASSEMBLEA NAZIONALE DEI DELEGATI CAI – Bormio, sabato 28 e domenica 29 maggio

IN MONTAGNA CON IL CAI – 2022 ASSEMBLEA DEI DELEGATI A BORMIO
-2002 Assemblea nazionale dei delegati Cai a Bormio – Anno Internazionale delle Montagne
-2022 Assemblea nazionale dei delegati Cai a Bormio – Anno Internazionale dello Sviluppo Sostenibile della Montagna
– L’appuntamento del Cai a Bormio entra nella Storia della Montagna. È un doppio appuntamento nel tempo cercato dalla Sezione Cai Valtellinese per celebrare anche eventi internazionali.
– Nel 2002 la Valtellina si è collegata (e non solo idealmente) all’Anno internazionale delle Montagne.
– Vent’anni dopo, nel 2022 lo fa con l’Anno Internazionale dello Sviluppo Sostenibile della Montagna e questa volta gemellata con l’Abruzzo, con la Sezione Cai di Chieti.
Si tratta di un importante abbraccio tra Alpi e Appennino che celebrano 150 anni dalla fondazione delle rispettive Sezioni Cai.
Olimpiadi Invernali 2026 – l’ambiente è a rischio. Grande è la preoccupazione per il grave impatto ambientale che rischia di essere provocato dalle opere previste.
Otto Associazioni di protezione ambientale (Club Alpino Italiano, Pro Natura, Italia Nostra, Legambiente, Lipu, Mountain Wilderness Italia, Touring club italiano e WWF) si sono espresse con un documento/appello che chiede di attivare una procedura di Valutazione Ambientale Strategica su tutte le opere previste.
– Giornate da non perdere, quelle che ci attendono il 28 e 29 maggio 2022 a Bormio.
Termina il luminoso mandato di Vincenzo Torti che ha guidato con coerenza e visione il Cai in questi ultimi 6 anni e ci sarà la nomina del prossimo Presidente Generale Cai.
– Il mio pensiero va a Gabriele Bianchi, Presidente Generale Cai nel 2002, quando partecipai a Bormio come Consigliere Centrale Cai in rappresentanza delle 11 Regioni del CMI (Centro Meridione e Isole).


27 Aprile 2022 0

LA MONTAGNA AL CENTRO DI ATTENZIONE? Costituzione, disegno di legge, green communities, ASviS, SNAI, SNAMI, Villaggi degli alpinisti …

La Montagna è oggetto di attenzione. In questo periodo convergono proposte, progetti, finanziamenti e strategie diverse. L’attenzione posta dalla Costituzione a tutela di ambiente e biodiversità ha accelerato un evidente processo che è necessario sia partecipativo, di lungo corso e di visione.
Le varie misure vedono la montagna presente anche nei finanziamenti del Piano nazionale di ripresa e resilienza con un ruolo attivo espresso dalle Comunità (indicate come green communities).
Nell’ambito di un Patto per la Montagna c’è necessità di facilitare il dialogo interno tra Comuni montani e definire i rapporti città-montagna.
Tra le azioni, con il riconoscimento di funzioni e valori, va migliorata l’accessibilità ai servizi essenziali e alle infrastrutture digitali, il godimento effettivo – nelle terre alte – dei diritti fondamentali della persona.
La fragilità di montagna e montanari va considerata. Bisogna vigilare affinché i progetti non siano spalmati di verde (cosiddetti greenwashing) ma realmente sostenibili e portatori di progresso.


5 Aprile 2022 0

SE MUORE IL PO MUORE UN PO’ DELLA NOSTRA FANTASIA

Dopo 120 giorni che non piove il fiume Po è irriconoscibile.
Poca acqua e un livello talmente basso che preoccupa e fa pensare di essere ad agosto quando il caldo attanaglia e non piove. Invece siamo a marzo e troviamo i piloni del ponte tra Boretto e Viadana scoperti. Confrontando le foto di fine febbraio (quando livello era già basso) e di fine marzo (davvero impressionante), ci si rende conto di quanto la situazione sia grave con sponde biancheggianti e dune sparse.
Siccità nell’Italia del Nord
Il nord Italia è tutto condizionato da questi mesi senza pioggia e il Po manifesta in pieno gli effetti della siccità. Si affaccia quindi lo spettro della crisi idrica del 2017.


31 Marzo 2022 0

GIORNATA ECOLOGICA a Castelli, 27 marzo 2022

GIORNATA ECOLOGICA a Castelli, 27 marzo 2022 Insieme per dare bellezza alla Contea E alla fine la Giornata ecologica siamo riusciti a svolgerla. Dopo essere stata rinviata un paio di volte per cattivo tempo e necessità organizzative. Hanno partecipato diverse associazioni (e tra queste il Cai) capitanate dal Comune di Castelli e dai Carabinieri Forestali. Che giornata…
Leggi tutto


27 Marzo 2022 0

Montagne 360, marzo 2022 – Rivista del Club Alpino Italiano – un invito alla lettura

Un invito alla lettura.
Nelle pagine, insieme ad alpinismo ed escursionismo, i temi della sostenibilità intesa come attenzione al corretto uso delle risorse naturali, all’incontro e all’ascolto, alla salutare e inclusiva frequentazione consapevole della montagna.
Nell’’editoriale il Presidente generale del Cai Vincenzo Torti, evidenzia l’incontro tra il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia e il Club alpino italiano nella Sede centrale del Sodalizio. Garavaglia ha espresso, scrive Torti «una fiducia che premia e che impegna il Cai tutto». In un momento storico che ha visto l’inserimento della tutela dell’ambiente tra i principi fondamentali della Costituzione, continua Torti, «al volontariato del Cai si offre la concreta possibilità di confermare le capacità mostrate nel tempo, con la disponibilità a fornire un importante contributo alla ripresa del Paese in linea con i principi di rispetto e attenzione che ne hanno contraddistinto l’operato».


26 Marzo 2022 0