RINVIATA la 8^ Edizione “in CAMMINO nei PARCHI 2020”

RINVIATA la 8^ Edizione “in CAMMINO nei PARCHI 2020”

11 Giugno 2020 Agenda 2030 Aree Protette CAI Cea gli Aquilotti Educazione Patrimonio Ambientale 0

8^ Edizione “in CAMMINO nei PARCHI 2020”

Giornata nazionale   – domenica  14 giugno 2020

 

LE ATTIVITA’ COLLETTIVE SONO STATE RINVIATE  …
Una scelta sofferta, ma necessaria.

Domenica 14 giugno saremo ancora presi dagli effetti della pandemia, con la necessità di osservare le indicazioni indispensabili di sicurezza sanitaria e di distanziamento fisico tra le persone.
Il senso vincente della giornata nazionale è nell’aggregazione, nella condivisione, nello scambio partecipato.
Tutto questo al momento non è possibile e allora ci si prepara per i tempi migliori che verranno presto.
I gioiosi incontri in montagna, con abbracci, vicinanza e dialoghi guancia a guancia sono temporaneamente rinviati. #lemontagnesannoattendere e anche noi.
Il 2020 oramai andrà così e il riavvio delle attività estive in montagna avverrà con cautela e prudenza, a piccoli gruppi che si conoscono bene,  procedendo distanziati, scegliendo zone meno note e ampliando l’area di interesse dell’escursionista visitatore.

IL CAI NON SI FERMA E PENSA AI GIOVANI
… NEL FRATTEMPO CI ORGANIZZIAMO PER DESCRIVERE I SENTIERI CHE CI AIUTERANNO A  CONOSCERE LA MONTAGNA IN TUTTI I SUOI ASPETTI.
E C’E’ TANTO DA SCOPRIRE. VE LO ASSICURO!

SENTIERI PER CONOSCERE
L’Italia si scopre dall’alto, dalle montagne e non solo, con l’Etna, il Gran Sasso
e il Monte Bianco che svettano e si osservano, unendo territori e popolazioni,
mentre noi proviamo a disegnare il futuro possibile.

Lo slogan della giornata è SENTIERI PER CONOSCERE e così avvicinare il Sistema delle Aree Protette e Rete Natura 2000, scrigni di Natura e Cultura (l’evento “in cammino nei Parchi” si relaziona alla Giornata Europea dei Parchi del 24 maggio, che celebra l’istituzione della prima area protetta, avvenuta in Svezia nel 1909).

SENTIERI PER CONOSCERE attiva il circuito virtuoso di “camminare per conoscere, conoscere per amare, amare per tutelare”.
Il taglio comunicativo del Cai è quello di evidenziare la storia dell’alpinismo e dell’escursionismo, del presidio del territorio, della frequentazione responsabile, della conoscenza e della tutela. Si è consapevoli del coronavirus, ma non se ne vuole essere condizionati in modo assoluto, ponendo sempre al centro la Montagna. Le Sezioni Cai punteggiano paesi e città in ogni Regione e accompagnano soci e non soci in attività diverse e con la “Giornata Nazionale dei Sentieri Cai” si promuove l’Escursionismo naturalistico e culturale per tutti, attento alla manutenzione dei sentieri e alla sicurezza fisica e sanitaria. Ci accompagnano i punti del Bidecalogo e gli obiettivi dei Agenda 2030.

SENTIERO ITALIA CAI e MATTM – Ministero dell’Ambiente Tutela del Territorio e del Mare
CAI  e  MATTM  hanno sottoscritto (proprio in questi giorni) la positiva intesa sul “Sentiero dei Parchi”.
Un itinerario escursionistico che toccherà tutti i 25 Parchi nazionali del nostro Paese, che avrà come spina dorsale l’attuale Sentiero Italia CAI – spiega il ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa -. I parchi nazionali – continua il ministro – sono uno scrigno della natura: bisogna garantirne la conservazione, ma anche la frequentazione”. Un particolare riconoscimento ci sarà per gli escursionisti che riusciranno a percorrere sentieri negli attuali 25 Parchi Nazionali  (inseriamo nell’elenco anche il territorio del Parco Nazionale del Gennargentu) completando un prezioso “Passaporto” (mi viene di pensare che “ad honorem”, un simile riconoscimento lo meritano Teresio Valsesia e il ristretto manipolo di coraggiosi che nel ’95 dettero vita al Sentiero Italia Cai, percorrendolo interamente).

E così la “spina dorsale”del “Sentiero dei Parchi” diventa proprio il “Sentiero Italia Cai” che nasce a S.Teresa di Gallura in Sardegna, attraversa Sicilia, Appennino, Alpi per terminare a Trieste,   interessando direttamente ben 16 Parchi Nazionali, tanti Regionali e locali, siti di Rete Natura 2000 e riconoscimenti UNESCO.

Muovendo dal Sentiero Italia CAI, che già abbraccia tutte le nostre regioni, dichiara il presidente generale del Club alpino italiano Vincenzo Tortiraccorderemo, questa volta in un progetto che diverrà sicuramente realtà nel più breve tempo possibile, anche tutti i 25 parchi nazionali. Un’occasione in più da offrire a chi vuole vivere l’esperienza della natura in un modo guidato attraverso i sentieri che il Cai descrive e mantiene, e conseguentemente per promuovere ancora di più il nostro Paese.

 Il “Sentiero Italia Cai” si collega con i restanti 5 Parchi Nazionali di Terra (anche attraverso altri sentieri tematici, come quelli della transumanza, della fede e della guerra) e induce positive contaminazioni, con segnaletica ed escursionismo di scoperta, nei 4 Parchi nazionali di mare.

NATURA E CULTURA
Ecco per tutti l’Escursionismo naturalistico e culturale che è il modo migliore per avvicinare luoghi,  montagne, rifugi,  paesi e le genti che vi abitano.

A passo lento invitiamo a scoprire e osservare la stupenda realtà del “bel paese” che ci racconta di territori e popolazioni. Ambienti e Parchi si incontrano per far conoscere paesi – tra i borghi più belli d’Italia – vallate, accoglienti rifugi, zone pedemontane e montane e tanta preziosa biodiversità.

Con il Cai il tempo è dedicato con tranquillità all’escursionismo e gli spazi recuperati per la meraviglia e lo stupore. Le soste, con i paesaggi che si susseguono, sono un costante guardarsi attorno e guardarsi dentro.

Natura e Cultura li ritroviamo nello zaino, compagni di escursione insieme a prodotti enogastronomici di qualità. In ogni escursione siamo accolti e accompagnati sempre con simpatia e cordialità. L’ambiente ci è amico e noi lo sentiamo tale.

FASI DI LAVORO
– 14 giugno 2020  – Ci sarà un primo  – soggettivo – momento di riflessione su contenuti, valori e potenzialità della   giornata nazionale  “in cammino nei parchi –
– Un successivo approfondimento lo porremo nel Festival dello Sviluppo Sostenibile dal 22 settembre all’8 ottobre.
Presenteremo così segmenti di bellezza d’Italia che potranno essere oggetto di escursioni in tempi migliori, appena le condizioni sanitarie lo consentiranno.
Ci conducono i punti del Bidecalogo e gli obiettivi di Agenda 2030.

SEGNALETICA CAI
La segnaletica del Cai, con bandierine segnavia, frecce direzionali e tabelloni informativi è garanzia di continuità e sicurezza ed è stata adottata dal sistema delle Aree protette, capitanato da Federparchi.

– Bandierina segnavia “rosso / bianco / rosso” in ogni sentiero. Si promuove l’armonizzazione della segnaletica su base nazionale, secondo i riconoscibili criteri standard del Cai, per facilitare la sicura percorrenza dei sentieri.

Rispetto e tutela dell’ambiente ci accompagnano in questa esperienza viva e gioiosa che conserva la genuinità della pratica più antica del mondo: camminare.

Come afferma il nostro Presidente Generale Vincenzo Torti … cerchiamo insieme di costruire una montagna del futuro che sia ancora più bella di prima.

Per info e contatti
–  8^ edizione “in CAMMINO nei PARCHI“, 20^ “Giornata Nazionale dei Sentieri Cai”
Club Alpino Italiano – Filippo Di Donato  –  f.didonato@caiabruzzo.it  –  3397459870
Club Alpino Italiano – Antonio Di Grottole . antoniodigrottole@gmail.com  – 3473459355
Federparchi – Paolo Pigliacelli  –  paolo.pigliacelli@parks.it – 06.51604940

2020-06-10 (filidido) Centro di Educazione Ambientale “gli aquilotti” del Cai Abruzzo – CD Federparchi

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *